NEPTUNE6-COM - Software di programmazione del driver NEPTUNE6

Driver


Caratteristiche generali

NEPTUNE6-COM - NEPTUNE6-COM
Il software NEPTUNE6-COM è utilizzato per impostare i parametri operativi e le configurazioni nel driver NEPTUNE6 su un PC, in modo che i dati memorizzati in esso possono essere memorizzati sul disco o i dati caricati sul disco possono essere inviati ad esso. La programmazione avviene tramite un PC con porta seriale RS232.
È possibile impostare i seguenti dati utilizzando il software NEPTUNE6-COM:
  • Tabella della verità che lega lo stato degli ingressi alle 2 uscite
  • Impostare la modalità di funzionamento desiderata (Set / Reset e modalità di trigger)
  • Abilitare / disabilitare il controllo della corrente di carico     
  • Impostare i tempi sulle uscite     
  • Salvare i parametri letti dal NEPTUNE6 su disco     
  • Invia i dati caricati sul disco per NEPTUNE6     
  • Testare ingressi e uscite. Misurare la temperatura nel driver

Con la nuova versione del software per il nuovo NEPTUNE6 con firmware V2.0 è possibile attivare / disattivare la funzione di frammentazione del tratto di adesivo.

Requisiti minimi di sistema:     

  • Sistema operativo: WindowsTM 95, 98 , ME ,NT4, 2000, XP
  • Computer: 100% WindowsTM compatibile con porta seriale RS232     
  • CPU: 200MHz o superiore

WindowsTM è un marchio registrato di proprietà di Microsoft Corporation

Programmi di esempio

Esempi di configurazione e impiego del driver NEPTUNE6 inclusi nella libreria scaricabile:

NOME FILE DESCRIZIONE DELLA CONFIGURAZIONE
AND-OR.np6 Gestione di un impianto dove l’uscita è attivata dalla presenza contemporanea di 2 segnali provenienti da un PLC di controllo validità  pezzo (collegato su IN1) e da un camme controller (collegato in IN2). Per effettuare un test dell’uscita è previsto un apposito ingresso di test (IN3) che attiva l’uscita indipendentemente dallo stato degli ingressi IN1 e IN2.
AND-ORx2.np6 Gestione della funzione di doppio consenso per l’attivazione dell’uscita con un 3° ingresso per il test delle uscite. IN1 e IN2 sono posti in AND per la gestione del doppio consenso (uscita O1 attiva se entrambi attivi), mentre IN3 attiva l’uscita O1 indipendentemente dallo stato di IN1 e IN2 per il test impianto.Gli ingressi IN4, IN5 e IN6 svolgono su O2 le stesse funzioni di IN1-IN3 (IN4 e IN5 per il doppio consenso e IN6 per il test). Ad ogni attivazione dell’uscita si ha prima la generazione di un impulso di over-boost con durata di 4msec, poi la tensione si stabilizza a 24V fino all’eliminazione della condizione che mantiene l’uscita attiva.
auto_rpt.np6 Ad ognuna delle uscite è abbinato un ingresso di attivazione. Ad ogni attivazione dell’ingresso, l’uscita corrispondente genera un impulso di over-boost con durata di 4msec seguita da un impulso a 24V con durata 13msec. Al termine della temporizzazione l’uscita torna a riposo in attesa di un nuovo impulso in ingresso. La temporizzazione dell’uscita è costante anche al variare della durata dell’impulso d’ingresso.
frenofrizione.np6 Gestione di un gruppo freno/frizione elettromagnetico. Il freno è collegato a -O (uscita 2), la frizione a O (uscita 1).IN1 è lo start, IN2 è lo stop, IN3 è la fotocellula di lettura fase e IN4 l’abilitazione della fotocellula. Al freno/frizione viene applicata una tensione di over.boost con durata di 100msec.
hvevssr.np6 Modalità  tipica di pilotaggio delle schede driver con overboost HV2012.
monostx2.np6 Ad ognuna delle uscite è abbinato un ingresso di attivazione. Ad ogni attivazione dell’ingresso, l’uscita corrispondente genera un impulso di over-boost con durata di 4msec seguita da un impulso a 24V con durata 13msec. Al termine della temporizzazione l’uscita torna a riposo in attesa di un nuovo impulso in ingresso. La temporizzazione dell’uscita è costante anche al variare della durata dell’impulso d’ingresso.
SetReset.np6 Demo della funzione Set/Reset. IN1 è l’ingresso di Set, che attiva O e disattiva -O. Se IN1 torna a 0 O resta attivata fino a quando non viene attivato l’ingresso IN2 (Reset), che, oltre a disattivare O, attiva -O. Anche la condizione di reset resta memorizzata fino ad una nuova attivazione dell’ingresso IN1.
startstop.np6 Esempio di utilizzo della funzione set/reset.L’ingresso IN1 (Set o Start) attiva l’uscita O1 e disattiva la O2. Le 2 uscite restano in questo stato fino a quando non viene attivato l’ingresso IN2 (Reset o Stop), che provoca la disattivazione di O1 e l’attivazione di O2. Anche questa seconda condizione resta memorizzata fino all’attivazione di IN1. Se un ingresso viene attivato quando ancora l’altro ingresso é attivo, questa nuova condizione viene ignorata e le uscite restano nella vecchia condizione.
timed and-or.np6 La fotocellula di presenza pezzo è collegato all’ingresso IN1 che provoca l’attivazione dell’uscita O1 per il tempo impostato in “Uscita 1 Tensione V2”.L’uscita O1 è ponticellata verso l’ingresso IN2 e determina la presenza del pezzo in transito.L’ingresso IN3 è invece quello relativo al segnale di fase sparo.Quando IN2 e IN3 sono presenti contemporanemente l’uscita O2,collegata alla pistola, si attiva per un tempo programmato nel riquadro “Uscita 2”.IN4 è l’ingresso di test che permette di attivare l’uscita O2 indipendentemente dallo stato degli altri ingressi.

Domande frequenti

Prodotti correlati



Richiedi informazioni: